Le residue attività amministrative inerenti la leva sospesa. La gestione della lista di leva a cura del Comune
Le residue attività amministrative inerenti la leva sospesa.  La gestione della lista di leva a cura del Comune

La L. 226/2004 ha dettato una nuova e diversa disciplina del reclutamento militare, oggi a base volontaria, che permette di realizzare più elevati livelli di professionalizzazione.
La previsione  dell'art. 52 Cost. esclude, tuttavia, la possibilità di sopprimere la leva militare che, infatti, ad oggi è solo sospesa.
Conseguentemente, sono previsti limitati, ma residui ed indefettibili adempimenti a carico dei comuni per la corretta tenuta delle liste di leva, in vista dell'eventuale riattivazione nei casi previsti dal  nuovo Codice dell'ordinamento Militare.


Note sui pagamenti

Pagamenti con Bonifico Bancario
sul c/c intestato a "Lo Stato Civile Italiano" Iban: IT05C0760102400000023377401 Causale "Le residue attività amministrative inerenti la leva sospesa. La gestione della lista di leva a cura del Comune"

Pagamenti con Bollettino Postale
Numero ccp 23377401 intestato a "Lo Stato Civile Italiano" - SEPEL- 40061- MINERBIO (BO) "Le residue attività amministrative inerenti la leva sospesa. La gestione della lista di leva a cura del Comune"

  • La quota di partecipazione per gli ENTI PUBBLICI è esente IVA ai sensi dell'art.10 DPR 633/72, così come dispone l'art.14 comma 10, legge 537 del 24/12/1993.
  • Per i PRIVATI il prezzo si intende al netto dell'IVA al 22%.

  • Prezzo € 35
  • Leva militare e servizio civile

Ordina

Docenti

Serena Rafanelli

Funzionario Responsabile dei Servizi Demografici del Comune di Quarrata (PT) ed ufficiale di stato civile e anagrafe.E' laureata in Giusprudenza ed ha conseguito l'abilitazione alla professione di avvocato. Da Aprile 2018 ricopre il ruolo di Vice Direttore di redazione della rivista "Lo Stato Civile...

Leggi di più 

Caricamento in corso...