La riservatezza dei dati personali nei servizi demografici
La riservatezza dei dati personali nei servizi demografici

Ormai le legislazioni dei Paesi più evoluti tengono in altissimo conto la gestione dei dati personali; in particolare l'Europa ha approvato il nuovo Regolamento, che entrerà in vigore nel maggio 2018. I servizi demografici, per loro stessa natura, trattano molti dati personali e spesso vengono a conoscenza di informazioni delicate e sensibili. E' dunque importante poter gestire correttamente ciò che si deve trattare, ed essere consapevoli dei limiti che vengono imposti.
Essere pubblici ufficiali non significa poter visionare e conservare informazioni oltre alle specificità del proprio ruolo; dover trattare determinati dati non significa sempre di doverli conservare in eterno; avere delle informazioni non implica il poterle divulgare ad amministratori e colleghi, per non parlare di estranei; dove protocollare non significa inserire in un pubblico registro informazioni riservate.


Note sui pagamenti

Pagamenti con Bonifico Bancario
sul c/c intestato a "Lo Stato Civile Italiano" Iban: IT05C0760102400000023377401 Causale "La riservatezza dei dati personali nei servizi demografici"

Pagamenti con Bollettino Postale
Numero ccp 23377401 intestato a "Lo Stato Civile Italiano" - SEPEL- 40061- MINERBIO (BO) "La riservatezza dei dati personali nei servizi demografici"

  • La quota di partecipazione per gli ENTI PUBBLICI è esente IVA ai sensi dell'art.10 DPR 633/72, così come dispone l'art.14 comma 10, legge 537 del 24/12/1993.
  • Per i PRIVATI il prezzo si intende al netto dell'IVA al 22%.

  • Prezzo € 35
  • Anagrafe Elettorale , Stato Civile

Ordina

Docenti

Diego Giorio

Ha iniziato la carriera professionale nel settore privato, nel reparto ricerca&sviluppo di un'azienda di elettronica per la quale ha seguito oltre la progettazione di componenti, l'implementazione del sistema gestionale, la creazione del sistema qualità e fornito supporto tecnico al ...

Leggi di più 

Caricamento in corso...